Latinoamerica-online.it

Ecuador, ucciso un dirigente della Conaie

Eduardo Mend˙a, responsabile delle relazioni internazionali della Confederaciˇn de Nacionalidades IndÝgenas, Ŕ stato assassinato il 26 febbraio da incappucciati che gli hanno sparato mentre era intento a lavorare nel suo campo. Mend˙a "era uno dei volti pi¨ visibili nella resistenza per la difesa del territorio", ha affermato il leader della Conaie, Leonidas Iza, e la sua uccisione Ŕ collegata al conflitto petrolifero in Amazzonia: "Riteniamo direttamente responsabile l'impresa Petroecuador e il governo nazionale per la perdita del nostro compagno".

Mend˙a aveva infatti denunciato i tentativi governativi di provocare uno scontro tra i membri della comunitÓ Kofßn Dureno di SucumbÝos, per favorire l'attivitÓ estrattiva in quelle terre. "Sono trenta pozzi petroliferi esistenti all'interno del territorio, dove questa comunitÓ, la gente che Ŕ in resistenza, non Ŕ mai stata consultata e non Ŕ mai stata d'accordo - aveva dichiarato recentemente - Il governo per mezzo della sua impresa pubblica, assassina, ha iniziato la guerra tra fratelli e questo pu˛ continuare. Vogliono sterminarci. Pertanto chiedo a tutti i media e a tutte le organizzazioni per i diritti umani che facciano conoscere questo tipo di violenza". (27/2/2023)

 

Latinoamerica-online.it

a cura di Nicoletta Manuzzato