Latinoamerica-online.it

Colombia, le Farc dicono addio alle armi

"La nostra unica arma sarÓ la parola": questa frase di Rodrigo Londo˝o Timochenko segna il passaggio delle Fuerzas Armadas Revolucionarias de Colombia alla lotta politica. Il 27 giugno a Mesetas (dipartimento del Meta) una cerimonia ha suggellato la conclusione della consegna delle armi individuali agli incaricati delle Nazioni Unite: con la loro fusione verranno costruiti tre monumenti. Al presidente Santos, che ringraziava le Farc per aver onorato i propri impegni, Londo˝o ha ricordato gli ex guerriglieri assassinati in questi ultimi mesi e ha denunciato la mancanza, da parte dello Stato, di azioni pi¨ decise per fermare gli omicidi di dirigenti sociali impegnati nel processo di pace.

Chi non si rassegna a una soluzione politica del conflitto, infatti, continua a colpire. Tra le pi¨ recenti vittime il leader sindacale dell'Universidad del Valle Mauricio VÚlez Lˇpez, sequestrato e assassinato il 21 giugno nel dipartimento del Cauca. Il 7 giugno, nella sua abitazione nel dipartimento dell'Atlßntico, era stato ucciso Bernardo Cuero Bravo, dirigente di Afrodes (Asociaciˇn Nacional de Afrocolombianos Desplazados). Nonostante fosse stato pi¨ volte minacciato, Bernardo Cuero non aveva ottenuto alcuna protezione da parte delle autoritÓ.

E i fautori della guerra civile ricorrono anche al terrorismo. Il 17 giugno, a Bogotß, l'esplosione di un ordigno in un affollato centro commerciale ha provocato la morte di tre donne e il ferimento di altre undici persone. Questo attacco "pu˛ venire solo da chi vuole chiudere la strada della pace e della riconciliazione", ha commentato Timochenko attraverso Twitter. Analoga analisi Ŕ contenuta in un comunicato dell'Eln, che segnala come unico obiettivo dell'attentato "quello di delegittimare gli insorti e i processi di dialogo, partecipazione e pace". Non va dimenticato che uno dei punti fondamentali degli accordi, ancora in attesa di essere attuato, Ŕ la riforma agraria integrale: uno spauracchio per quanti hanno finora spadroneggiato nelle campagne con l'aiuto delle bande paramilitari. (28/6/2017)

In archivio 2017 altre notizie sulla Colombia:

Denunciate le inadempienze del governo (6/6/2017)

Assassinata leader comunitaria (6/3/2017)

 

Latinoamerica-online.it

a cura di Nicoletta Manuzzato